La nuova Auschwitz

Anni fa Claudio Chieffo (1945-2007), noto cantautore cattolico, ha scritto il canto “La nuova Auschwitz”.

Io suonavo il violino ad Auschwitz mentre morivano gli altri ebrei.
Io suonavo il violino ad Auschwitz mentre uccidevano i fratelli miei.
Ci dicevano di suonare forte, suonare forte e non fermarci mai
per coprire l’urlo della morte suonare forte e non fermarci mai.


Non è possibile essere come loro.

Nel mondo nuovo che ora abbiamo creato
c’è la miseria c’è l’odio ed il peccato.
Ora siamo tornati ad Auschwitz dove c’è stato fatto tanto male,
ma non è morto il male nel mondo e noi tutti lo possiamo fare.

Non è difficile essere come loro.

Ora suono il violino al mondo mentre muoiono i nuovi ebrei.
Ora suono il violino al mondo mentre uccidono i fratelli miei.

Sono parole semplici e profondamente vere. Ascoltiamolo e rileggiamo il testo per non dimenticare.
Riflettiamo perché le sue parole ci interroghino e parlino della realtà che anche oggi stiamo vivendo, spesso nell’indifferenza.
Molti nostri fratelli perdono la vita in guerra, altri a causa delle loro idee, altri per le strade assiderati dal freddo, altri ancora in viaggio sulle barche che dovrebbero dare loro una speranza di vita.
Facciamo memoria davvero per non dimenticare e per non ripetere gli stessi errori.
Portiamo tutti nel cuore.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
error: CONTENUTO PROTETTO